fbpx

Come mangiare gli alimenti fermentati

Giu 22, 2023 | Approfondimenti | 0 commenti

Il consumo di alimenti fermentati può essere un’aggiunta deliziosa e nutriente alla vostra dieta. Ecco alcuni consigli generali su come gustare i cibi fermentati:

1) Iniziare lentamente: se non si è abituati ai cibi fermentati, è bene introdurli gradualmente nella propria dieta. Iniziate con piccole porzioni per permettere al vostro corpo di adattarsi ai probiotici e ai sapori unici degli alimenti fermentati.

2) Scegliere alimenti fermentati di qualità: Cercate alimenti fermentati di alta qualità, prodotti con metodi di fermentazione tradizionali e ingredienti naturali. In questo modo si ottiene la maggior parte dei batteri e dei nutrienti benefici del processo di fermentazione. (Preparateli voi stessi!)

3) Abbinarli ad altri alimenti: Gli alimenti fermentati possono essere gustati in vari modi. Si possono incorporare nei pasti abbinandoli ad altri piatti. Per esempio, i crauti possono essere serviti come contorno a grigliate, il kimchi può essere aggiunto a un soffritto o i cetriolini fermentati possono completare un panino.

4) Usarli come condimento o guarnizione: Gli alimenti fermentati possono anche essere utilizzati come condimenti o guarnizioni per aggiungere sapore e una spinta probiotica ai vostri pasti. Aggiungete un cucchiaio di salsa fermentata ai vostri tacos o burritos, cospargete di verdure fermentate le insalate o le ciotole di cereali, o gustate una salsa piccante fermentata sui noodles.

5) Sperimentare le ricette: Siate creativi e sperimentate ricette che incorporino alimenti fermentati. Potete provare a preparare i vostri condimenti fermentati, ad aggiungere kefir o yogurt ai frullati o a usare prodotti di soia fermentati come il miso o il tempeh nei soffritti e nelle zuppe.

6) Rispettare la sensibilità alla temperatura: Ricordate che il calore può ridurre i batteri benefici degli alimenti fermentati. Per preservare i probiotici, è meglio consumarli crudi o a temperature più basse. Se cucinate con ingredienti fermentati, provate ad aggiungerli verso la fine del processo di cottura per conservare maggiormente i loro benefici probiotici.

7) Ascoltate il vostro corpo: Prestate attenzione a come il vostro corpo risponde agli alimenti fermentati. Sebbene siano generalmente salutari, alcuni individui possono avere sensibilità o allergie a determinati prodotti fermentati. Se si avvertono disturbi o reazioni avverse, è meglio consultare un professionista della salute.

Ricordate che gli alimenti fermentati offrono una vasta gamma di sapori e consistenze, quindi non abbiate paura di esplorare e trovare quelli che vi piacciono di più. La loro integrazione nella dieta può apportare numerosi benefici alla salute, tra cui una migliore digestione e un microbioma intestinale diversificato.

Vuoi imparare come fare i fermentati, quali verdure fermentare, e quali sono i principi microbiologici che regolano le fermentazioni?

SEGUI IL MIO WORKSHOP!

Martino Beria

Martino Beria

Chef

Martino Beria è chef, lievitista, innovatore di gastronomia, specializzato in cucina vegetale, lievito madre e fermentazioni. È laureato in Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione presso l’Università di Padova, dove ha insegnato Progettazione del Cibo.