fbpx

Differenza tra muffe e lieviti di Kahm

Giu 23, 2023 | Approfondimenti | 0 commenti

Le muffe e i lieviti di Kahm sono entrambi tipi di organismi fungini, ma differiscono in diversi aspetti, compresa l’aspetto, la formazione e gli effetti sulla fermentazione degli alimenti. Ecco le principali differenze tra muffe e lieviti di Kahm:

1. Aspetto: Le muffe solitamente si presentano come macchie colorate, spesso verdi, nere o bianche, con una consistenza pelosa o filamentosa. Le muffe possono diffondersi sulla superficie degli alimenti fermentati e penetrarli in profondità. D’altra parte, i lieviti di Kahm si presentano come uno strato opaco, spesso biancastro, sulla superficie del liquido fermentato. Possono formare una pellicola o uno strato gelatinoso e talvolta possono avere una consistenza più solida rispetto alle muffe.

2. Formazione: Le muffe si formano a causa dell’aria, dell’umidità e di condizioni ambientali favorevoli alla loro crescita. Le spore di muffa possono essere presenti nell’aria circostante e possono contaminare gli alimenti durante il processo di fermentazione. I lieviti di Kahm, d’altra parte, sono spesso il risultato di una fermentazione non ottimale o di una contaminazione da lieviti indesiderati. Possono essere introdotti nel processo di fermentazione attraverso l’aria, l’acqua o gli ingredienti utilizzati.

3. Effetti sulla fermentazione: Le muffe possono essere dannose per la fermentazione degli alimenti. Possono produrre tossine e alterare il sapore, l’odore e la consistenza del prodotto fermentato. In alcuni casi, possono renderlo inedibile o addirittura tossico. I lieviti di Kahm, d’altra parte, non sono dannosi per la salute, ma possono influire negativamente sul prodotto fermentato. Possono alterare il gusto, l’odore e l’aspetto del liquido fermentato, ma non sono considerati nocivi.

4. Prevenzione e gestione: Per prevenire la formazione di muffe durante la fermentazione degli alimenti, è fondamentale mantenere un ambiente pulito e igienico, utilizzare ingredienti freschi e di alta qualità e seguire correttamente le istruzioni di fermentazione. La prevenzione dei lieviti di Kahm richiede precauzioni simili, come l’uso di contenitori e attrezzature pulite e sterilizzata, l’adozione di pratiche igieniche adeguate e il monitoraggio attentamente del processo di fermentazione.

In sintesi, le muffe e i lieviti di Kahm sono organismi fungini che possono verificarsi durante la fermentazione degli alimenti, ma differiscono per aspetto, formazione, effetti sulla fermentazione e gestione. Mentre le muffe sono dannose e possono rendere l’alimento inedibile, i lieviti di Kahm non sono nocivi per la salute, ma possono alterare l’aspetto e il gusto del prodotto fermentato. È importante adottare precauzioni igieniche adeguate per prevenire la formazione di entrambi e ottenere alimenti fermentati di alta qualità.

I lieviti di Kahm: cosa sono e come prevenirne la formazione? Leggi l’articolo!

 

 

Vuoi imparare come fare i fermentati, quali verdure fermentare, e quali sono i principi microbiologici che regolano le fermentazioni?

SEGUI IL MIO WORKSHOP!

Martino Beria

Martino Beria

Chef

Martino Beria è chef, lievitista, innovatore di gastronomia, specializzato in cucina vegetale, lievito madre e fermentazioni. È laureato in Scienze e Cultura della Gastronomia e della Ristorazione presso l’Università di Padova, dove ha insegnato Progettazione del Cibo.

Dal 20% al 30% di sconto con i Bundle Pack

 

I bundle pack permettono di acquistare più workshop abbinati con sconti fissi dal 20% al 30%, per studiare gli argomenti che più vi piacciono risparmiando.